Italiano english

Albo 2011

“Migliore Inventrice”: Maria Grazia Clemente

Nata a Sassari, opera nel settore di gastroenterologia pediatrica a Baltimora, Maryland, USA, presso il Pediatric Liver Center della John Hopkins University: ha messo a punto una tecnica diagnostica innovativa per la malattia celiaca basata su un semplice prelievo di sangue invece che sull'attuale esame endoscopico con biopsie intestinali.



“Migliore Innovatrice”: Daniela Ducato

Nata a Cagliari, lavora presso EDILANA, distretto di edilizia naturale "La Casa Verde CO2.0" a Guspini (VS-Sardegna) nel settore della bioedilizia, architettura, energia solare, ecodesign, agricoltura biologica: ha ideato materiali realizzati con eccedenze e surplus di pastorizia, agricoltura e apicoltura, certificati, a zero emissioni, voc (componenti organici volatili) compresi, nessun utilizzo di petrolio, consumo di suolo agricolo o di risorse idriche.



Premio Speciale Piemonte: Ludovica Gullino

Nata a Saluzzo (CN), Professore ordinario e Vice Rettore dell'Università di Torino. Ha sviluppato il Centro di Competenza Agroinnova che opera nel settore agro-ambientale e agroalimentare a livello internazionale occupandosi di ricerca di base e applicata, trasferimento tecnologico, formazione permanente e comunicazione.



Premio Speciale ITWIIN-De Simone&Partners per il Design Industriale: Sara Pezzetti Tonion

Nata a Cuorgnè (TO), designer co-titolare dell'agenzia G.A.P. DESIGN, Torino, negli ambiti del design di prodotto, di interni, di mostre, grafico e di siti web: ha sviluppato il prodotto Easy Stand, oggetto di brevetto internazionale, che consiste in comodi reggibicchieri con frappeuse integrata per party, happy hour, resort, catering e occasioni conviviali in genere.



Premio Speciale DISTI-TELPRESS per la Comunicazione: Massimiliana Carello

Ricercatrice presso il Dipartimento di Meccanica del Politecnico di Torino, attraverso il Team H2politO e i veicoli a basso consumo IDRA E XAM: ha ideato e messo a punto un percorso formativo fortemente incentrato su innovazioni tecnologiche (materiali compositi, fuel cell, motori ibridi, sistemi di comunicazione e controllo innovativi, ecc.) per gli studenti del Team che diventano così veri e propri protagonisti dell'innovazione fin dagli anni dell'università.



Menzione Speciale per la Medicina: Elisa Messina

Nata a Ferrara, dirigente medico del Dipartimento di Medicina Molecolare dell'Università La Sapienza di Roma, si occupa di medicina rigenerativa: ha realizzato un metodo innovativo per la ricostruzione di tessuto cardiaco danneggiato a causa di patologie cardiache, ischemiche e non, non possibile finora con le attuali terapie cellulari e in grado di curare insufficienze cardiache gravi che ad oggi richiederebbero trapianto.



Menzione speciale per la Medicina: Paola Pace

Nata a Lanciano (CH), ricercatrice nel settore chimico-farmaceutico, ha lavorato per 12 anni presso l'Istituto di Biologia Molecolare (Merck&Co) di Pomezia (RM), chiuso nel 2009. Ha contribuito alla scoperta di IsentressTM, il primo inibitore dell'enzima Integrasi del virus HIV, approvato dalla Food and Drug Administration nell'ottobre 2007 e autorizzato in oltre 80 paesi come opzione terapeutica innovativa per la cura dell'AIDS.



Altre finaliste del Premio ITWIIN di quest'anno (in ordine alfabetico):

Roberta Censi, nata a Fermo (AP), ricercatrice presso l'Università di Camerino nel campo dei sistemi polimerici per applicazioni biomediche e farmaceutiche: ha sviluppato un idrogel innovativo, biodegradabile e biocompatibile per la rigenerazione delle lesioni cartilaginee.

Maria Teresa Cosso, nata a Torino, libera professionista nel campo della sicurezza e dell'ICT: ha gestito e coordinato un progetto per lo studio, la progettazione la realizzazione di una piattaforma biometrica mobile per la lettura dell'impronta digitale per l'identificazione certa del cittadino.

Eliana Di Gioia, nata a Bari, libera professionista nel campo odontoiatrico-ortodontico e della prototipazione rapida: ha sviluppato una specifica Metodica Fotogrammetrica in 3D per l'analisi antropometrica dei tessuti molli del volto non basata sull'uso delle radiazioni ionizzanti e quindi non dannosa per il paziente.

Elena Dodi, nata a Piacenza, fondatrice e amministratore unico di Archè Pannelli Srl: ha ideato e sviluppato innovativi pannelli ultraleggeri coibentati, tramite l'utilizzo di una resina molto resistente agli urti e con elevate possibilità di design, applicabili nel settore edilizio, della mobilità sostenibile e degli elettrodomestici.

Elena Ranieri, nata a Bari, Professore associato di Patologia Clinica presso l'Università degli Studi di Foggia: ha sviluppato il vaccino Elthem per il carcinoma delle cellule renali.

Diana Tomasich, nata a Sulmona (AQ), architetto libera professionista specializzata nella Bioarchitettura: ha progettato giardini e spazi verdi pubblici con particolare attenzione all'impiego di materiali naturali e al risparmio energetico.