Italiano english

Albo 2012

“Migliore inventrice”: Fabiana Panella

Ingegnere e PhD presso il DAU della Facoltà di Ingegneria di L’Aquila in collaborazione con il DACS dell’Università Politecnica delle Marche, si occupa di R&D Innovation Technology per la progettazione e produzione di materiali e componenti innovativi, con particolare attenzione al tema della sostenibilità.

Il sistema solare termico, brevetto di cui è autrice unica, consente di captare calore per la produzione di acqua calda sanitaria e per impieghi termici negli edifici: l’invenzione risponde a varie istanze per lo sviluppo economico e sociale, dallo sfruttamento delle energie rinnovabili alla versatilità applicativa in differenti contesti.



“Migliore innovatrice”: Laura Merotto

Laureata in Ingegneria Aerospaziale presso il Politecnico di Milano, nel 2011 ha conseguito il Dottorato di Ricerca in Ingegneria Aerospaziale presso lo stesso ateneo dove è attualmente assegnista e si occupa di indagine sperimentale e simulazione numerica di processi di combustione in endoreattori di tipo ibrido.

Il Progetto”Nello spazio con la cera” si inserisce nell’ambito della propulsione spaziale ibrida, tecnologia attualmente considerata estremamente promettente per lo sviluppo a breve e medio termine di missioni di grande interesse.



“Alta Formazione”: Anna Moreno

Laureata in ingegneria chimica a Napoli nel 1979, ha vinto una fellowship per un master in scienze macromolecolari negli Stati Uniti dove ha acquisito la consapevolezza della bellezza di una cultura senza frontiere.

Dal 1999 ha cominciato a occuparsi di e-learning e ha compreso che questo strumento poteva essere utilizzato per condividere la conoscenza scientifica con chiunque, ovunque e in qualsiasi momento. Attraverso la gestione di numerosissimi progetti nazionali ed europei, è riuscita a realizzare un servizio gratuito che ha attirato nuovi clienti disposti a finanziare altri corsi arricchendo ancor più l’offerta formativa a disposizione di tutti.



“Donna eccezionalmente creativa”: Letizia Saturni

Dottore in Ricerca in Biochimica e Biofisica e Specialista in Scienze dell’Alimentazione.

Il progetto “Aging People in Action for a Better Life”, nasce con lo scopo di promuovere un invecchiamento attivo e in salute nel soggetto nella sua diversità di genere. Cuore del progetto sono le persone longeve, che all’aumentare dell’età anagrafica subiscono trasformazioni biologiche, psicologiche e sociali. Concetto peculiare, espresso con termini innovativi è la Lumosity, termine basato sulla neuroplasticità, che insieme a Nutrition e Life Style designa una delle tre macro-aree del progetto. Solo dalla cooperazione/integrazione di queste è possibile invecchiare in salute!



“Capacity Building”: Francesca Ieva

Post Doc researcher presso MOX – Modeling and Scientific Computing, Dip. Di Matematica, Politecnico di Milano, Milano, Italia. Ha conseguito il Titolo di Studio di Dottorato di Ricerca in Modelli e Metodi Matematici per l’Ingegneria.

Il suo progetto “Diagnostica semi-automatica di tracciati elettrocardiografici” consiste nell’invenzione, nell’implementazione e nella validazione di una tecnica statistica per classificare i dati ECG in base alla loro morfologia, per poter procedere ad una innovativa metodologia di diagnosi basata sulla pura morfologia del segnale, che possa essere utilizzata come supporto alle decisioni di personale volontario sui mezzi di primo soccorso.



Menzione “Disponibilità sociale”: Clelia Carella

Esercita la professione di DNA farmacista. Ha inventato e brevettato una macchinetta semplice ed economica da produrre per ridare la possibilità di comunicare a coloro a cui la vita è stata stravolta dall’ictus, dall’ischemia, dalla sclerosi e da altre patologie.

Il prototipo è stato realizzato dall’Università di Lecce.

Il suo sogno è quello di ridare ai malati che non possono comunicare correttamente, in cambio di pochi euro, la possibilità di essere ascoltati.



Menzione “Training e vocazione sociale”: Nicoletta Fiorentino

Ostetrica, docente universitaria a contratto. Opera nella ricerca, formazione, pratica clinica-assistenziale; ha in attivo 37 pubblicazioni scientifiche.

Innovazione proposta: SPAZIO DONNA: Corretto stile di vita in gravidanza: un impegno proiettato nel futuro. L’elemento innovativo è il cambio di paradigma nella “care” della nascita. Attivare un processo dinamico nel quale la donna è l’artefice e in cui essa non delega, ma vive la propria gravidanza imparando/mantenendo/ricostituendo un corretto stile di vita sulla base dalla forte spinta motivazionale costituita dal diventare madre.



Menzione “Nuovo approccio al trauma”: Daniela Melchiorre

Nata a Cassino, e laureata in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Pisa, consegue la specializzazione in Reumatologia e successivamente quella in Biochimica e chimica clinica. Dal 2001 lavora presso l’Università di Firenze dove ha conseguito il Diploma di Dottorato.

Lo studio “nuovi orizzonti nella prevenzione dell’osteoporosi” ha messo in relazione un metodo dedicato al movimento del corpo, con particolare attenzione all’ambiente in cui esso vive, e una patologia come l’osteoporosi e ha tra gli obiettivi oltre che la verifica della riduzione del rischio di frattura anche la valutazione della qualità della vita dei pazienti.



Menzione "Studio dei processi sinergici": Francesca Porcelli

Nata a Molfetta il 29 maggio 1982, si è laureata in Scienze e Tecnologie Chimiche presso l'Università di Bari. Attualmente è dottoranda presso l’Università di Bari.

Nell’ambito del Dottorato di Ricerca è impegnata in un progetto dal titolo “Studio e caratterizzazione chimica dell’espirato umano per la diagnosi clinica, il monitoraggio terapeutico e la valutazione del contributo della qualità dell’aria”.

L’analisi dell’espirato si basa sul fatto che l’equilibrio quasi istantaneo fra sangue e aria negli alveoli permette di ottenere informazioni quasi in tempo reale sui processi biochimici in atto e pertanto, a seconda dell’informazione che si desidera ottenere, è possibile raccogliere i campioni e analizzarli in condizioni operative differenti.



Menzione “Creazione d’impresa”: Antonia Venzo

È titolare e dirigente del Laboratorio Fitoterapico Linea Angel Ariel Srl.

Il suo progetto “La preparazione e uso di prodotti dell’Aloe Arborescens”, brevetto da lei ottenuto, riguarda metodi originali di estrazione dell’Aloe Arborescens capaci di mantenere chimicamente intatti gli attivi e di sfruttarne le sinergiche proprietà curative della pianta per la cura di diverse patologie.